en English
X

Select Language

Powered by Google TranslateTranslate

We hope you will find the Google translation service helpful, but we don’t promise that Google’s translation will be accurate or complete. You should not rely on Google’s translation. English is the official language of our site.

en English
X

Select Language

Powered by Google TranslateTranslate

We hope you will find the Google translation service helpful, but we don’t promise that Google’s translation will be accurate or complete. You should not rely on Google’s translation. English is the official language of our site.

Raccolta di sicurezza informatica di dicembre 2021

L'IRS estende la sua accettazione temporanea di moduli elettronici o firmati digitalmente fino al 2023

Dimensioni file massime supportate per la firma del codice su eSigner

eSigner Express 

50 MB per la firma del codice

A causa della continua minaccia causata dal virus COVID-19 quando si tratta di contatti faccia a faccia, l'IRS, attraverso Memorandum NHQ-10-1121-0005, ha esteso fino al 2023 l'accettazione dei moduli elettronici o firmati digitalmente.

Il memorandum ha ampliato l'elenco dei moduli IRS che possono essere firmati in remoto ad almeno 32. Questi moduli includono Modulo 1042, dichiarazione annuale della ritenuta d'acconto per il reddito di origine statunitense di persone straniere. Modulo 8832, dichiarazioni elettorali per la classificazione delle entità e il codice delle entrate interne alla sezione 83 (b).

Il loro note che: “Le firme elettroniche e digitali appaiono in molte forme quando vengono stampate e possono essere create da molte tecnologie diverse. Non è richiesta alcuna tecnologia specifica per questo scopo durante questa deviazione temporanea". Come ha commentato su Sarah-Jane Morin e Nicola Y. Liu di Morgan Lewis, questa dichiarazione di non responsabilità dell'IRS significa che accetterà immagini scansionate o fotografate di firme, nonché firme crittografate o digitali. 

In qualità di autorità fidata quando si tratta di servizi di firma digitale, noi di SSL.com raccomandiamo che l'IRS stabilisca regole più severe quando si tratta di firme remote accettabili. I moduli fiscali sono forme di documenti particolarmente sensibili perché coinvolgono denaro e quindi potrebbero sorgere problemi come i contribuenti che affermano che le loro firme sono state falsificate o l'IRS potrebbe finire per rifiutare le immagini di firme scritte a mano o quelle che sono state firmate su dispositivi touch screen perché lo fanno non corrispondono esattamente a ciò che è nei loro record. Le situazioni di andata e ritorno che potrebbe causare una configurazione allentata possono sommarsi in termini di numeri e causare situazioni di fastidio sia ai cittadini che all'IRS.

Raccomandiamo che le firme digitali siano lo standard IRS quando si tratta di firme remote accettabili per i seguenti motivi: 1) provano fermamente l'identità di chi presenta il documento; 2) forniscono prove inconfutabili di non manomissione durante il transito dei documenti; 3) sono conformi alla legge ESIGN federale statunitense.

La crescita dell'IoT negli ultimi anni spinge per sviluppi in PKI senza preoccupazioni

Le famiglie e le organizzazioni con sede negli Stati Uniti lo sono state osservato per aumentare il loro utilizzo di Oggetti IoT: dispositivi elettronici in grado di connettersi e condividere dati con altri dispositivi, tramite Internet.

"Lo scorso anno, le famiglie statunitensi avevano in media 25 dispositivi connessi ciascuna, rispetto agli 11 del 2019, secondo un sondaggio Deloitte. Secondo la società di ricerca IDC, anche le spedizioni globali di PC tradizionali, inclusi desktop, notebook e workstation, hanno registrato tassi di crescita a due cifre l'anno scorso, poiché aziende e scuole hanno investito nel lavoro e nell'apprendimento a distanza.

Nel 2020, il numero medio di organizzazioni di certificati digitali emessi o acquisiti è aumentato del 43% da 39,197 nel 2019 a 56,192, secondo lo stesso rapporto pubblicato lo scorso anno. Sebbene questa crescita sia rallentata in modo significativo quest'anno fino ad appena il 4.3%, secondo il rapporto di quest'anno, le identità delle macchine ora superano le identità umane grazie alla crescita di dispositivi IoT, servizi cloud e nuove applicazioni".

Inoltre, è stato osservato che “molte aziende non hanno le risorse e le competenze per gestire i propri certificati digitali". Questo è un fatto allarmante perché un solo dispositivo protetto in modo improprio può essere utilizzato come accesso dai criminali informatici per devastare l'infrastruttura IT di un'azienda.  

La crescita dell'utilizzo dell'IoT richiede una maggiore necessità per le organizzazioni di acquisire professionalità PKI servizi al fine di rendere a prova di proiettile la loro sicurezza informatica e gestire correttamente i loro certificati digitali. Ricordiamo che il catastrofico Maggio 2021 Attacco di Colonial Pipeline Ransomware è stato abilitato da un accesso dei dipendenti a un sistema di rete privata virtuale (VPN) legacy configurato con l'autenticazione a fattore singolo.

SSL.com rilascerà eSigner CKA questo gennaio 2022

Nei mesi precedenti, SSL.com ha sviluppato un programma innovativo inteso a proteggere gli editori di software e gli utenti dagli hacker di malware.

 Per aprire il nuovo anno, siamo orgogliosi di offrire eSigner CKA (adattatore chiave cloud) ai nostri clienti. eSigner CKA (Cloud Key Adapter) è un'applicazione basata su Windows che utilizza l'interfaccia CNG (KSP Key Service Provider) per consentire a strumenti come certutil.exe e signtool.exe di utilizzare Servizio di firma su cloud eSigner per le operazioni di firma del codice di convalida estesa per gli installatori di software. 

Come i nostri clienti sanno, eSigner consente l'integrazione di firme digitali e timestamp al software affidabili a livello globale, assicurando così che provenga davvero dall'editore del software e proteggendolo dall'essere alterato dagli hacker al momento del suo rilascio. 

L'applicazione eSigner CKA aggiunge opzioni pratiche quando si tratta di firma digitale agendo come un token USB virtuale e carica i certificati di firma del codice nell'archivio certificati utente. Questa funzione aiuta a rendere il nostro certificato eSigner più accessibile con opzioni per automatizzare che non richiedono ricerche e procedure intense da parte degli editori di software. Di seguito è riportato un'anteprima di un file di esempio che è stato sottoposto a EV Code Signing utilizzando eSigner CKA: 

Un'anteprima di un file di esempio che ha subito la firma del codice EV utilizzando eSigner CKA

SSL.com fornisce un'ampia varietà di file SSL /TLS certificati del server per i siti Web HTTPS.

CONFRONTA SSL /TLS CERTIFICATI

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su Facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su reddit
Reddit
Condividi via email
E-mail